domenica 22 maggio 2011

11/9. Adesso tocca all'Iran!

Delirante! Avvocati americani vogliono che l'Iran sia dichiarata colpevole per gli attacchi del 11 settembre! Non sanno più cosa inventare ...

Alcuni avvocati che rappresentano le famiglie delle vittime degli attentati dell'11 settembre 2001 negli Stati Uniti, vogliono che un giudice dichiari l'Iran colpevole degli attentati, adducendo nuove prove che dimostrano inequivocabilmente che dei funzionari iraniani fossero a conoscenza del complotto, e hanno partecipato alla formazione dei terroristi.

Giovedì scorso sono stati depositati documenti in tribunale a Manhattan, questi documenti affermano che vi sono prove "chiare e convincenti" per permettere di dire che i risarcimenti devono essere versati alle parti lese in un processo in contumacia..

Per sostenere le loro argomentazioni, gli avvocati citato la testimonianza di tre ex agenti segreti iraniani che hanno dichiarato di aver lavorato a dei post che hanno permesso loro di avere accesso a informazioni sensibili sulle "sponsorizzazioni" di attività terroristiche da parte dell'Iran.

L'Iran non ha reagito alla querela, che è stata depositata a Washington prima di essere trasferita a New York.

Il regime sciita al potere in Iran e Al Qaeda, un gruppo sunnita, sono nemici naturali, anche se hanno in comune l'odio contro gli Stati Uniti.

Gli avvocati sostengono che l'Iran e "la sua organizzazione terroristica per procurazione", l'Hezbollah libanese, hanno stipulato un'alleanza terroristica con Al Qaeda, all'inizio degli anni '90, un'alleanza che ha continuato durante la preparazione degli attentati 2001. Essi sostengono che Iran e Hezbollah hanno fornito sostegno materiale ad Al Qaeda dopo gli attentati, aiutando alcuni leader del gruppo terroristico e le loro famiglie a sfuggire all'invasione americana dell'Afghanistan.

Come prova, gli avvocati hanno detto di essere pronti a presentare una testimonianza videoregistrata in cui tre ex agenti segreti iraniani implicano "direttamente e in maniera circostanziata" l'Iran e l'Hezbollah nei bombardamenti del settembre 2001.

Nonostante le prove indiscutibili che coinvolgono membri del governo degli Stati Uniti nell'attentato, si continua ad utilizzare l'11 settembre come scusa per attaccare i paesi del medio oriente.

L'Iran è in una posizione difficile, tra la crisi del regime, l'attacco contro la Siria, grazie alla falsa rivoluzione, e Israele, che sembra essere sotto pressione degli Stati Uniti ....

Non avrei mai pensato di dover un giorno sostenere il regime dei mullah, ma nonostante i loro difetti ....
 

Nessun commento:

Posta un commento