giovedì 4 dicembre 2014

E’ Naturale mangiare carne?

In questo post non voglio parlare di Etica (compassione, giustizia) e nemmeno di Salute (malattie, perdita di salute) o Ambiente (inquinamento, distruzione risorse) perché già se ne è parlato tanto … volevo solo riflettere se è Naturale mangiare cadaveri!


Se iniziassimo a chiamare le cose con il loro nome, tutto sarebbe più chiaro e semplice, la cosiddetta “carne” non è altro che parti di cadavere* (o carogna se preferite) di altri animali in via di decomposizione/putrefazione; si perché finchè è troppo “fresca” (cioè in rigor mortis**) non è commestibile, è troppo dura … dobbiamo batterla, frollarla …  insomma dobbiamo aspettare che inizi a marcire per poterla mangiare!

Dunque la carne non è altro che una carogna in decomposizione sotto sale, essiccata, arrostita, fritta … ma sempre carogna rimane!

Con il condimento “giusto” qualsiasi cosa può assumere un gusto gradevole, anche il cartone o la carne umana … quotidianamente l’essere umano si auto-inganna e grazie ai condimenti riesce ad ingurgitare qualsiasi cosa … più che onnivoro l’uomo dovrebbe dirsi condivoro

Senza peraltro considerare l'anatomia e la fisiologia umana inadatte a mangiare, digerire ed assimilare i pezzi di carcassa animale.

Ma torniamo al nocciolo: è Naturale cibarsi di carogne?
No, non lo è, perché se vedessimo una carcassa in via di decomposizione (carogna), cosa proveremmo? Fame?  Acquolina in bocca? Ci verrebbe voglia di mangiarla? Oppure ci farebbe ORRORE?

Invece quando vediamo un frutto maturo appena colto? Con i suoi colori ed il suo profumo … cosa proviamo?

Basterebbe davvero poco per fare il collegamento …

Basterebbe davvero poco per uscire dalla gabbia mentale …



* “Cadavere: Il termine latino cadaver (dal verbo cado, "cadere") indicava ogni tipo di corpo senza vita, sia umano sia animale. In italiano invece - per influsso della cultura cristiana che, nel nome della superiore dignità spirituale dell'uomo, ha imposto termini differenziati per i corpi morti degli altri esseri - cadavere designa unicamente il corpo umano dopo la morte, mentre quello degli animali è preferibilmente chiamato carcassa e, se in putrefazione, carogna. (...)”
(Fonte: http://www.treccani.it/enciclopedia/cadavere_(Universo_del_Corpo)/)


** La rigidezza completa impiega circa 10-12 ore per svilupparsi in un adulto medio quando la temperatura ambientale è 20-25 °C. Il corpo rimarrà apparentemente rigido per 24-36 ore a questa stessa temperatura prima che la decomposizione inizi a dissolvere i muscoli e li induca a rilasciarsi, nello stesso ordine in cui si sono irrigiditi.

Nessun commento:

Posta un commento