sabato 6 maggio 2017

LA DITTATURA HA CALATO LA MASCHERA


Marcello Pamio - 5 maggio 2017

Se qualcuno aveva ancora dei dubbi sul fatto che in Italia stiamo vivendo sotto la cappa di una dittatura di stampo fascistoide è bene che se li tolga dalla testa quanto prima.
Non passa giorno senza che ingiurie, censure, attacchi, segnalazioni e radiazioni dagli ordini avvengano.
E’ palese che nel nostro paese a governare la politica sia la finanza internazionale e a governare la scienza e la medicina e a dettarne le linee guida siano le potentissime industrie del farmaco.
I media in tutto questo sono il megafono ufficiale. Tutti fagocitati, indottrinati e indirizzati verso il mono-pensiero di regime.

L’italiota medio, quello che si informa grazie alla tv, è a dir poco annichilito cerebralmente, ha smesso da molti anni di pensare con la propria testa e ripete come un disco incantato il medesimo mantra.
Siamo arrivati al punto folle di assistere a litigi negli asili tra le mamme per via dei bambini non vaccinati, i quali sarebbero secondo loro dei piccoli untori pericolosi per i loro figli vaccinati!
Il potere del lavaggio del cervello della tivù è unico e purtroppo l’ignoranza, il vuoto culturale si sono ormai stratificati e incarnati non solo nell’inconscio ma anche nel DNA stesso dell’individuo. La paura fa il resto.
Siamo assistendo alla guerra tra i poveri (di mente e di spirito) che fa tanto comodo al Sistema.

Estremamente comodo per il Divide et Impera.
Menti completamente labili - per non dire psicolabili - che invece di puntare il dito contro gli ultimi governi privi del consenso popolare; contro una medicina fagocitata e gestita dalle lobbies del farmaco; contro una classe medica sempre più lontana dalle persone e sempre fredda e disumanizzata, cosa fanno? Si scannano tra loro per via dei bimbi vaccinati e non.
Mai l’umanità è arrivata ad un livello di coscienza e di intelligenza così basso, e i media, i social e internet hanno una responsabilità enorme.
Chiediamoci come mai nell’età della comunicazione, dell’informazione, degli sms, dei whatsapp, la gente è più ignorante di quando non esisteva internet?


Lo tsunami di byte, notizie, aggiornamenti, articoli spazzatura (gossip, trasmissioni tv, telegiornali, ecc.) sta intasando ad arte i cervelli e le menti delle persone, per cui non viene lasciato spazio libero per una sana e corretta comprensione degli eventi e per lo sviluppo e la nascita di un pensiero critico.
Ecco la triste realtà: le persone non sono più in grado di pensare fino in fondo con la propria testa!

Mentre il gregge disorientato e cerebralmente annichilito litiga e si divide tra pro-vax e anti-vax (classica e mirabile divisione delle masse messa in atto dal Sistema), il regime colpisce a destra a manca richiamando, radiando medici e bloccando iniziative culturali come congressi, proiezioni di documentari e riunioni.
L’ultima inquietante censura è avvenuta in questi giorni al Palacongressi di Rimini dove la casa editrice Macro aveva in programma una interessante tavola rotonda (Vivi Benessere) sui vaccini.

In Italia però, come detto, è illegittimo riunirsi per discutere pubblicamente di salute senza il permesso del Ministero della Verità. E così puntualmente è arrivato il divieto imposto dall’alto. La censura ancora una volta è calata come una scure sulla libertà.
Ecco la democrazia in Italia!!!


Ma le cose tra la popolazione stanno cambiando anche grazie - e forse soprattutto – proprio a quello che sta accadendo. La legge fisica di Azione e Reazione lo insegna. Più il Sistema si accanisce e più la reazione, cioè il risveglio delle coscienze, si fa sentire. E’ automatico.

Qualche esempio? L’assurdo per non dire fantomatico caso dell’infermiera di Treviso che non avrebbe fatto migliaia di vaccini (rispolverato ad arte in un momento perfetto) sta facendo passare notti insonni ai dirigenti ULSS che si ritrovano con migliaia di bambini senza copertura vaccinale, eppure sanissimi. Esami e controesami del sangue per verificare la risposta immunitaria non solo ai bambini che forse non sono stati vaccinati, ma anche tra quelli sicuramente vaccinati. Come mai? Cosa cercano? Non sono sicuri di cosa?

Per fortuna qualche genitore ha mangiato la foglia e ha iniziato a farsi qualche domanda…
Le decisioni di alcuni sindaci che impediscono illegittimamente e incostituzionalmente ai bambini non vaccinati di accedere ai nidi e agli asili stanno portando alla nascita di nidi privati e di nidi in famiglia.
Le persone si stanno svegliando e la prova è sotto gli occhi di tutti coloro che vogliono vedere….

Per ultimo ieri all’Hotel BHR in provincia di Treviso c’è stata l’assemblea tra i genitori e i dirigenti dell’Azienda ULSS 2 sul caso dell’infermiera. In una sala da oltre 700 posti erano presenti soltanto circa 70 persone (vedere foto).


Se calcoliamo che tra queste vi erano giornalisti, medici, dirigenti ospedalieri, mariti, mogli e accompagnatrici varie, le persone e i genitori interessati sono stati pochissimi.
Indubbiamente un fallimento mediatico e di immagine epocale!

E purtroppo per loro, avverrà sempre più spesso…





lunedì 6 febbraio 2017

Riflessioni su un Cammino Evolutivo.


Questo blog è nato da una presa di consapevolezza avvenuta in seguito ai fatti del 11 Settembre … prima guardavo la TV, credevo ai telegiornali, seguivo le vicende politiche … poi ho cominciato a dubitare … dubitare di tutto … mi chiedevo:
 
“Se ci hanno mentito così spudoratamente, a livello globale, su un fatto così grave qual è la vera realtà delle cose e cos’è invece che ci inducono a credere?”
 
Ho cominciato a dubitare, a cercare altre fonti, a pensare con la mia testa, ad essere curioso di conoscere altri punti di vista … mi sono lentamente Risvegliato dal torpore mediatico.
 
Un evento “negativo” (o percepito come tale) ha portato al mio Risveglio (ed a quello di tanti altri).
 
Un lento ma inesorabile Risveglio che mi ha portato a scoprire che in tanti campi  non sappiamo davvero le cose come stanno … Alimentazione, Salute, Politica, Economia, Spiritualità … gli interessi di pochi hanno sempre la meglio sul bene collettivo con il bene placido di istituzioni e media … il Sistema è questo !
 
Quindi cosa fare?
 
Per un periodo ho provato a combattere … con i miei mezzi, con questo blog … cercando di mostrare agli altri quello che per me era ormai chiaro e palese …
Con poco successo devo dire ...
Si ho trovato qualche altro sulla mia frequenza, arrabbiato come me, che provava a combattere tramite la divulgazione e la controinformazione un sistema troppo grande per scalfirne persino la superfice.
 
Votare per questo a quel politico, per questa o quella causa è davvero utile? Combattere e protestare serve a qualcosa ? ... O si rischia solo di dare energia al Sistema, diventando una piccola ed ininfluente valvola di sfogo, dove dissipare tutte le Nostre Forze senza ottenere risultati utili ?
 
Ho scelto quindi di non dare più energia ad un Sistema a cui non sento più di appartenere.
 
Il Sistema non si cambia con le regole del Sistema,  
il Sistema si cambia uscendone!
 
Smettere di seguire le beghe politiche e sociali è solo il primo passo però… bisogna poi staccare ogni dipendenza, attaccamento e credenza.
 
“Non sono ancora completamente uscito dalla Matrix ma almeno ora so di non essere libero … non completamente almeno.”
 
Il primo passo è prendere consapevolezza di questo.
 
Bisogna poi prendere coscienza delle nostre potenzialità individuali, del fatto che non siamo solo uno studente, un lavoratore, un padre, una madre, un fratello, una nazionalità, un colore politico, un consumatore 
 
Non siamo nemmeno solo un corpo fisico dotato di mente, ma Siamo molto di più !
Noi Siamo !
 
Non abbiamo un ‘Anima, ma Siamo un’Anima (eterna ed immortale) incarnata in questa vita per fare un’esperienza Evolutiva individuale e di conseguenza collettiva (Siamo Uno), senza però la necessità di condizionare e forzare le altre Anime sulle nostre convinzioni e sul nostro percorso e senza giudicare chi vive in modo differente da noi.
Ognuno ha la propria strada e le proprie esperienze da fare.
 
Una visione evolutiva inoltre prevede che tutto è giusto e tutto è perfetto anche le cose che percepiamo come ingiuste o negative vengono per portarci ad una svolta Evolutiva, anzi a volte sono l’unica cosa che può destarci dal torpore delle abitudini  quotidiane.
 
Arriva una “tranvata” (emotiva, lavorativa, affettiva, fisica), tocchiamo il fondo e  finalmente ci risvegliamo!
 
Capiamo che la Vita non è sopravvivere, ma vivere in pienezza ed evolvere a prescindere da quello che ci accade intorno ed indipendentemente dai nostri attaccamenti, credenze e comfort.
 
La Vita Piena viene da dentro e non dall’esterno, ne tantomeno dipende dalle scelte altrui …
 
Vivere facendo ciò che ci piace, non per piacere agli altri …
 
Vivere sperimentando nuovi percorsi, non per seguire una strada prestabilita …
 
Vivere non sopravvivere !
 
Le difficoltà nel mettere in pratica tutto questo derivano dai condizionamenti limitanti, dalle credenze errate, dalle paure indotte e dalle abitudini comode … ma ognuno di Noi arriverà a superare questi ostacoli, evolvendo e prendendo consapevolezza di sé giorno dopo giorno;  
 
Ognuno con i propri tempi e con il percorso che sceglierà di intraprendere.
 
Felice Vita Evolutiva
JIT