domenica 16 ottobre 2011

Vi siete fatti fregare ancora una volta


Il titolo di questo post è legato alla manifestazione del 15 ottobre 2011 avvenuta a Roma, organizzata dai cosiddetti Indignados.

Il "divide et impera" e il dirottamento dai veri problemi della società sono strumenti che hanno funzionato ancora una volta.
Questa manifestazione di carattere internazionale, visto che ha toccato ben 1000 città del pianeta, solo a Roma ha avuto le conseguenze cui abbiamo assistito. La protesta è degenerata in una vera e propria guerriglia, che ha sopraffatto la parte pacifica, preponderante, del corteo.

Un gruppo di infiltrati, che si fanno chiamare "black-block", sono riusciti nel loro intento, ossia indirizzare tutta l'attenzione su di loro e sulle loro violenze, invece che sulle tematiche della manifestazione.
Perchè infiltrati? Beh per il semplice fatto che trattasi di un gruppo ben organizzato e che non subisce alcun tentivo di arresto da parte delle forze dell'ordine, nemmeno quando tale gruppo circola ad un palmo di naso dai carabinieri.
Non sarebbe certo la prima volta in cui si avvistano infiltrati; se non altro alcuni anni fa Montebello, in Canada, in occasione del summit tra i leader politici di USA, Canada e Messico, di fronte a prove sciaccianti, la Polizia del Quebec fu costretta a diramare una nota ufficiale in cui, tirando direttamente in ballo video-prove di YouTube, spiegò che quei black-bloc erano in realtà agenti infiltrati.
Stessi infiltrati che fecero degenerare anche la manifestazione dello scorso 14 dicembre 2010 a Roma.

I temi della manifestazione non sono stati nemmeno affrontati, se non sfiorati, e non hanno avuto alcun eco mediatico. Nei fatti i mass-media hanno evidenziato solo le violenze degli infiltrati.

E' da oltre un mese che avevo previsto questa fine in una manifestazione del genere, quando dapprima fui invitato ed, in seguito, mi fu consigliato (impedito) di non fare eventuali interventi pubblici sul signoraggio e sistema-debito, ossia evidenziando il vero nemico di questo sistema socio-economico: le banche.

Così sono andato a leggere gli organizzatori della manifestazione: Arci, Attac Italia, Unicobas, Cobas, Cub, Federazione Anarchica Italiana, Federazione della Sinistra, Gruppo Abele, Il Popolo Viola, Legambiente, Partito comunista dei lavoratori, Rete 28 Aprile-CGIL, Rete dei Comunisti, Rete della Conoscenza, Sinistra Ecologia Libertà, Sinistra Critica, Snater, USB e frange del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo, ossia tutti gruppi che al 99% sono orientati verso ideologie di sinistra e che al 100% non hanno mai parlato apertamente della truffa del signoraggio, deviando il discorso sulle solite cavolate di come mandare a casa Berlusconi, il precariato, la casta politica mangia-soldi, senza affrontare la radice del problema: la perdita di sovranità monetaria.

Già il fatto che una manifestazione del genere, che si dichiara apartitica, abbia tra le file degli organizzatori movimenti di sinistra non è più apartitica, e quindi non totalmente libera da ideologie politiche come si spacciava di essere.
Finchè non si comprenderà che la lotta al signoraggio bancario non ha colori politici, in quanto i partiti sia di destra che di sinistra sono tutti collusi, e quindi corrotti, all'oligarchia bancaria non avremo mai alcun cambiamento.

A questa considerazione ne aggiungo un'altra: ma come pensate che una manifestazione come questa possa partire davvero "dal basso" se poi viene sponsorizzata addirittura dai telegiornali e quotidiani (i mass-media altro non sono che le raminifazioni mediatiche dei poteri forti) e (questo è il colmo) dallo stesso Mario Draghi, burocrate europeo, che si associa, poche ore prima del corteo, agli intenti della manifestazione contro la finanza internazionale?!?

Coloro che hanno partecipato avranno aderito sicuramente con ottimi propositi, con l'obiettivo di manifestare tutto il loro giusto dissenso di fronte questa situazione economica, ma ignari di quanto potesse esserci dietro di essa.
Altro che Otpor, Kmara, Pora o altri movimenti finanziati dall'establishment americano e da speculatori finanziari per destabilizzare i governi in carica e piazzare "governi fantocci", favorevoli all'egemonia USA; qui in Italia basta molto meno, un gruppo di infiltrati incappucciati per mandare all'aria tutta una manifestazione

di Salvatore Tamburro
Tratto da: http://salvatoretamburro.blogspot.com/2011/10/vi-siete-fatti-fregare-ancora-una-volta.html

Nessun commento:

Posta un commento